Sagra di Barrafranca (5 e 6 settembre): tutta la cucina barrese in sagra.

9

(di Alessandro Iannelli) Alle tante sagre tradizionali siciliane si aggiunge una sagra che vedrà nel 2015, in questo fine settimana, la sua prima edizione: la “Sagra della biodiversità Barrese”, nel comune di Barrafranca, sito in provincia di Enna in zona collinare a ridosso dei monti Erei. Come suggerisce il nome, la sagra mira a valorizzare e far conoscere diversi tipici prodotti locali, legati alle principali colture barresi tra cui ulivi, mandorle, erbe aromatiche, grano, pecorino.

Tra i piatti caratteristici segnaliamo le polpettine ai finocchietti, polpette fritte a base di finocchietti tagliuzzati, con pan grattato, formaggio grattugiato, aglio, prezzemolo e uova;  i “mastazzola”, dolci preparati con mosto cotto e brodo di carrube; e a pagnuccata, dolci in pastella arricchiti con il miele.Merita menzione l’olio biologico prodotto localmente da ulivi della cultivar Biancolilla.

Barrafranca è inoltre tra i comuni ennesi di produzione del formaggio Piacentinu Ennese DOP: insaporito con zafferano e pepe nero e leggermente piccante, trova utilizzo, fra gli altri piatti, nel capretto abbuttunato, tipico dell’Ennese (capretto imbottito con formaggio e aromi vari).La due giorni sarà accompagnata da folkloristiche rievocazioni di figure del passato nella cornice barrese: dagli sbandieratori alle ricamatrici, dal corteo medievale alle “tavole rotonde”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui