Over 65 in salute con la dieta mediterranea “rinforzata”

5
dieta mediterranea

Mangiar bene allunga la vita e ne migliora la qualità. La “dieta mediterranea rinforzata” e cioè quella ricca di cereali integrali, frutta, verdura, pesce e olio di oliva, sostiene l’invecchiamento in salute, prevenendo e combattendo i disturbi tipici della terza età.

A certificarlo i risultati del Nu-Age, un progetto europeo coordinato dall’Università di Bologna e che ha visto coinvolti altri quattro centri di ricerca europei (Clermont Ferrand, Francia; Wageningen, Olanda; Varsavia, Polonia; Norwich, Gran Bretagna) e condotto su un campione di oltre 2500 volontari over 65, proprio quelli che nel 2030 le stime demografiche prevedono possano costituire dal 25 al 40 per cento della popolazione europea.

Per avere efficacia e promuovere l’invecchiamento in salute, la dieta mediterranea, benché rinforzata da particolari alimenti che consentono l’aumento di ingestione di fibre, omega3, zinco, ferro, vitamina B12, deve essere ovviamente associata alla riduzione del consumo di bevande alcoliche, dolci e sale.

Nei soggetti che hanno seguito il protocollo alimentare indicato, i ricercatori hanno potuto osservare che si è ridotto il livello di infiammazione generale dell’organismo, è migliorato il rapporto tra colesterolo buono e colesterolo cattivo, si è ridotto il livello di trigliceridi e si è rallentata la perdita della massa ossea che è tipica della terza età.

C’è da immaginare, anche se questo lo studio non lo dice, che tutti gli effetti benefici della dieta mediterranea rinforzata possano pure migliorare se si associa un po’ di movimento fisico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui