Il sardo Alberto Sanna vince a San Vito Lo Capo il campionato italiano di cous cous con un coloratissimo “Black and yellow”

1

(di Redazione) “Black and yellow”, un cous cous con seppia, gamberi viola, cipolla di Tropea e zenzero ha portato il sardo Alberto Sanna sul podio del Campionato italiano di cous cous Bia, la gara tra sei chef italiani che si è svolta nell’ambito della 19/esima edizione del Cous Cous Fest, in corso a San Vito Lo Capo fino a domenica 25 settembre. 

GrCouscous_black_and_jellowazie a questa vittoria lo chef che cucina per ristorante “Il Campidano” a Samassi, nel Medio Campidano, farà parte della squadra italiana composta anche dagli chef sanvitesi Giorgio Graziano e Antonino Grammatico, in gara al campionato mondiale di cous cous che vedrà sfidarsi, da giovedì, chef provenienti da dieci Paesi: Angola, Francia, Israele, Italia, Marocco, Mauritius, Palestina, Perù, Stati Uniti e Tunisia.
Con Sanna,  per la sfida tutta italiana sono scesi in campo Salvatore Lipari e Roberto Marino da Palermo, Simone Nerini da Ferrara, Laura Faienza da Milano e Federico Floris di Gonnesa (Ci), selezionati attraverso un contest a livello nazionale. Secondo il giudizio della giuria tecnica, presieduta da Stefania Berbenni, capo redattore di Panorama e composta da chef e giornalisti di settore, il piatto del giovane chef sardo è stato definito “in movimento”, caratterizzato da una “persistenza del gusto, un’idea cromatica forte e una sorpresa del sapore”. La giuria di esperti ha voluto poi assegnare anche un premio speciale ad un altro dei sei concorrenti in gara, dando anche Federico Floris di Gonnesa (Carbonia- Iglesias) l’opportunità di partecipare alla squadra italiana, considerata la differenza contenuta tra i punteggi ottenuti dagli chef. Nel suo caso la giuria lo ha apprezzato per “l’estrosità  e la presentazione del piatto e per la sua cultura culinaria”.
Il programma del Cous Cous Fest prosegue con show cooking, incontri, talk show e grandi concerti gratuiti.   Tra i protagonisti dei cooking show di oggi l’oste e cuoco Filippo La Mantia che presenterà un cous cous di mais e riso alla palermitana in agrodolce (ore 13), Giuseppe Costa del Bavaglino di Terrasini (Palermo), una stella Michelin, che farà assaggiare un’arancina di cous cous (ore 15), Giorgione, da Gambero Rosso Channel, che proporrà un cous cous alla carbonara (ore 19). Alle 20:30 a salire sul palco saranno in tre: il doppio stellato Pino Cuttaia, Stefano De Gregorio e Fabrizio Barontini della Compagnia degli chef.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui