Fund Rising Dinner 2016: a Radicepura di Giarre sfida di solidarietà tra chef stellati

0
Fund-Rising-Dinner-2016

(di Manuela Zanni) A Giarre esiste un luogo incantevole, come suggerisce il nome “Radicepura”,  dalla valenza polifunzionale che si inserisce perfettamente nella natura con i suoi 5 ettari, 3000 specie di piante, la banca dei semi, le strutture dedicate all’accoglienza congressuale e agli eventi privati. In questo luogo non comune si è svolta la seconda edizione del “Fund Rising Dinner”, l’iniziativa a sostegno della ricerca contro la fibrosi cistica.

radicepura4Il Fund Rising Dinner, la cena di beneficenza svoltasi lo scorso quattro preparata a più mani da trenta “Chic Chef” e finalizzata alla raccolta di fondi destinati alla ricerca sulla fibrosi cistica, quest’anno ha avuto come partner d’eccezione l’associazione italiana Charming Italian Chef.
Quest’anno l’iniziativa, oltre che dei  trenta chef coordinati da Pietro D’Agostino e Seby Sorbello, si è avvalsa anche della collaborazione della Federazione italiana cuochi e della Confederazione pasticceri italiani.
In una piacevole atmosfera di sfida amichevole all’ultimo boccone i cuochi si sono cimentati ai fornelli nella preparazione “live” di pietanze in grado di soddisfare tutti palati, vegetariani inclusi. Ricco il menù della serata: si è passati dal dolce al salato, dal pesce alla carne, dai legumi agli ortaggi senza tralasciare formaggi e salumi.
“Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti quest’anno – ha detto Seby Sorbello – poichè il successo di quradicepura5esta manifestazione è la prova che stando uniti si possono ottenere grandi risultati e che il cibo. preparato con materie prime di qualità e con la professionalità e la passione di chi ama il proprio mestiere, è in grado di fare da collante tra le persone che vogliono anche fare del bene”. “Speriamo che ogni anno i risultati siano sempre migliori – ha continuato Pietro d’Agostino – e che l’impegno con cui abbiamo portato avanti questa iniziativa a scopo benefico sia di esempio per tutti i nostri colleghi nel dimostrare che quando si è uniti da una passione comune i risultati non possono che essere più che soddisfacenti”.
Fund-Rising-Dinner-2016Tra i piatti, troppi per citarli tutti,  ne ricordiamo alcuni tra i più rappresentativi quali “u pisci d’ovu cu l’agghiata” di Seby Sorbello, il “riso selvatico con gambero rosso, caviale di lumaca e crema di zucchine” di Pietro d’Agostino, il “gambero in rete di barbabietola di Tony Lo Coco, il “capicollo di suino nero in oliocottura caramellato al Marsala con sugo di carne al cioccolato” di Andrea Macca,  la “caponata di verdure su crema agli agrumi e pesce grigliato” di Roberto Pirelli, le “trippe di baccalà cotte in umido con zucchetta da pergola e uvetta, accompagnate da semola di mais aromatizzata alle erbette aromatiche, su crema di mugnoli selvatici di campo” di Alfio Visalli, l’ “iris salata al pistacchio di Bronte” di Giuseppe Raciti. Tra i dessert memorabili il “finto uovo di biancomangiare e frutto della passione” di Accursio Craparo e la “cupola di cioccolato bianco ripiena di crumble e crema di ricotta e fragole su coulisse di frutti rossi”,  dei pasticceri della Confederazione pasticceri italiani.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui