Crespelle, la versione nostrana delle blasonate crêpes

3

(di Martina Comito) La crespella, chiamata così in Italia ma conosciuta in tutto il mondo col nome originario francese, è una cialda color oro, dall’aspetto tondo, sottilissima, dal gusto soffice e delicato.

Questa cialda, e anche il suo nome, ha probabilmente origini latine e greche. Non a caso il termine “crispus” significa arricciato, avvolto, arrotolato. Nel Medioevo la preparazione delle crêpes avveniva con acqua e vino, in sostituzione del latte, l’ingrediente utilizzato da noi oggi.
Le crêpe rappresentano il cuore della rubrica gastronomica francese e simboleggiano alleanza e amicizia. Si cucinavano e regalavano nel giorno della candelora – antica festa celebrata ancora oggi, il 2 febbraio, in tutta la Francia – per augurarsi buona fortuna. La tradizione prevede di stringere con la mano sinistra una moneta d’oro mentre con la destra bisogna essere capaci di fare girare la crêpe nella padella senza romperla o piegarla. Se ci si riesce, la fortuna sarà assicurata per l’intero anno.
Anche in Sicilia la sofficità delle crêpes sembra aver preso il sopravvento specialmente nei giorni festivi. Le crespelle permettono lo sfogo della fantasia a chi piace sbizzarrirsi in cucina: queste bontà possono essere farcite con una molteplicità di ingredienti fantasiosi. Ed è solo per fare un esempio della loro estrema versatilità che vi proponiamo la versione con carciofi e pecorino.

Fagottini di crespelle ai carciofi e pecorino

Ingredienti per 4 persone

crespelleper le crespelle
130 gr di farina
3 dl di latte
3 uova
20 gr di burro fuso
un pizzico di sale

per la farcitura
3 carciofi
200 gr di ricotta di pecora
100 gr di pecorino (meglio se romano)
1 bicchiere di vino bianco
prezzemolo q.b.
1 spicchio d’aglio
burro q.b.
olio extravergine d’oliva q.b.
sale e pepe q.b.

Per prima cosa, preparate le crêpes. Sbattete le uova in una ciotola, aggiungete col setaccio pian piano la farina, burro (preferibilmente sciolto precedentemente in un pentolino), un pizzico di sale e il latte. Miscelare bene il composto e lasciare riposare in frigo per un quarto d’ora circa.
Nel frattempo pulire i carciofi, eliminate la parte superiore e tagliateli in spicchi sottili. Saltateli in padella con aglio, olio, prezzemolo e vino bianco. A fine cottura spegnete e fate raffreddare. Una volta raffreddati, tritate i carciofi, uniteli alla ricotta e al pecorino grattugiato, amalgamate e regolate di sale e pepe.
Non dimenticate di tirar fuori il composto per realizzare le crêpes, riscaldate una padella di grandezza media e fate sciogliere un po’ di burro per tutta la padella affinché una volta versato il composto non si attacchi. Versate un mestolo alla volta del preparato delle crêpes e create sulla superficie della padella una sottile sfoglia che presto diventerà dorata e soffice che dovrete presto girare per far cuocere l’altro lato, facendo attenzione a non romperla. Continuate così affinché non sia terminato il composto. Infine farcite le crespelle e chiudete a fagottino, spolverate ancora una volta con il pecorino e fate gratinare in forno a doratura totale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui