La patata novella, ecco il modo migliore per gustarla

2
patata novella

(di Martina Comito) Le patate son tutte buone, ma la patata novella è particolarmente buona se raccolta in tempo e cucinata nel modo più adatto che ne valorizza le caratteristiche.

La patata novella è chiamata anche “primaticcia” perché si ottiene dalle coltivazioni precoci prima che i tuberi arrivino a maturazione completa. Viene raccolta entro il mese di giugno, prima del completo indurimento della buccia e poi immediatamente destinata al mercato per essere consumata. E’ prevalentemente diffusa in Europa, in Asia, America latina e Spagna, in Italia si ottiene dalle zone del centro-sud d’Italia caratterizzate da inverni miti.
Contiene potassio, un ottimo aiuto contro l’ipertensione, vitamina C  (efficace nel limitare i danni causati dai radicali liberi, molecole di ossigeno nocive per i tessuti organici) e carboidrati complessi. Le patate novelle sono disinfiammanti dell’apparato digerente e sono fondamentali in presenza di emorroidi, gastriti, ulcere dello stomaco, del duodeno e di coliti. Sono molto energetiche e lasciano un forte senso di sazietà, per questo motivo aiutano a controllare la fame e a perdere peso. Anche in cosmetica le patate hanno una discreta importanza poiché la fecola può essere utilizzata per idratare la pelle secca.
La patata novella solitamente viene utilizzata per contorno. Numerose sono le preparazioni previste in cucina, ma il modo migliore per gustare questa tipologia è senza dubbio al forno. Fate però maggiore attenzione durante il procedimento della cottura, poiché per farle venire ben croccanti e cotte al punto giusto è necessario rispettare i tempi di cottura. Solitamente si preparano con tutta la buccia in quanto, oltre ad essere molto sottile, è anche molto saporita, ma se lo desiderate potete anche pelarle.

Patate novelle al forno

Ingredientipatata-novella

600 gr di patate novelle di piccole dimensioni
2 spicchi d’aglio
4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
1 rametto di rosmarino
sale e pepe q.b.

Procedimento

Lavate bene le patate, poi mettetele a scolare e lasciatele asciugare. Intanto impostate il forno a 190°C. Prendete un coltello e dividetele a metà se lo preferite, oppure cuocetele intere. Per una buona riuscita di questa ricetta è fondamentale la cottura della patate, che dipende in gran parte dalla teglia che avete utilizzato. Se la teglia da forno è molto piccola, le patate novelle risultano ammassate e quindi la cottura non può avvenire in modo omogeneo. Capita così che alcune patate risultino croccanti e altre no. Quindi cercate di metterle nella teglia senza farle ammassare, in questo modo si cuociono in modo uniforme e diventano anche croccanti. Mettete dunque in una teglia, aggiungete l’olio, gli spicchi d’aglio senza sbucciarli, il sale e il pepe. Mescolate il tutto con le mani. Lavate il rosmarino ed asciugatelo, unite poi gli aghi del rosmarino alle patate novelle e date un’altra mescolata. E’ importate mescolare bene, per far amalgamare tutti gli ingredienti in modo omogeneo. Infine se avete deciso di dividere la patata a metà infornate a 190°C e lasciatele cuocere per circa 40 minuti. Se invece avete deciso di lasciare le patate novelle intere la cottura sarà di circa un’ora. Ricordatevi di rigirarle almeno un paio di volte durate la cottura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui