Sicilia in bolle, il festival delle bollicine siciliane alla Scala dei Turchi

2
sicilia in bolle

(di Redazione) Le bollicine siciliane si preparano a rendere frizzante l’atmosfera del Madison di Realmonte (Ag) per una nuova, spumeggiante edizione di Sicilia in bolle, la rassegna che per il terzo anno consecutivo si svolgerà in una location dal panorama mozzafiato.

Il prossimo 6 luglio 2017 alla Scala dei Turchi, sommelier, operatori e appassionati delle eccellenze vitivinicole siciliane e di di spumanti e vini frizzanti in particolare, brinderanno alle bollicine di Sicilia in occasione dell’evento organizzato dalla delegazione di Agrigento dell’Associazione Italiana Sommelier, coordinata da Francesco Baldacchino. La manifestazione conferma l’interesse crescente per le bollicine made in Sicily da parte di un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo. L’appuntamento ormai consolidato, è diventato, infatti, simbolo del settore a livello regionale. Anche la risposta delle aziende prova la crescita dell’attenzione riservata dai produttori al mondo delle bollicine dal momento che tra metodo classico, metodo charmat e vini frizzanti, saranno circa cinquanta le etichette provenienti da tutte le province siciliane, con una presenza di almeno due etichette per ciascuna cantina.
Tra i partecipanti anche Cantine Russo che sarà presente con il Metodo Classico VSQ dell’Etna Mon Pit Brut Blanc de Blancs, Mon Pit Brut Rosè e la new entry Mon Pit Brut Moscato. Quest’ultimo è uno spumante nato da una sfida fatta a Francesco Russo, enologo dell’azienda da un produttore della zona di Pachino, che gli propose di fare uno spumante con uve di moscato di un produttore di Vendicari che voleva estirpare il suo vigneto perché l’uva non maturava come avrebbe dovuto. Inizialmente scettico, “perché il moscato non ha le caratteristiche chimico fisiche organolettiche che possano durare nel tempo”, dopo aver visto il vigneto e aver appurato che le uve non maturavano bene perché nate su un terreno dove prima si trovava un pantano di acqua salata in seguito bonificato e riempito di terra, accetta la sfida e fa una prova.
A “Sicilia in bolle”, la mescita sarà curata dai sommelier Ais e dagli stessi produttori che delizieranno gli ospiti con i racconti delle loro produzioni, dall’Etna fino all’agro di Trapani, passando per il Ragusano e l’Agrigentino, fino all’isola di Pantelleria. Da quest’anno è stato riservato anche uno spazio per la cultura del vino, con un appuntamento di approfondimento rivolto a sommelier, produttori ed operatori del settore. Il convegno dal titolo “Storia e futuro dello spumante in Sicilia” si svolgerà nel pomeriggio del 6 luglio (ore 16,00) nella sala principale del ristorante Madison di Realmonte. Ospite d’eccezione del convegno e di Sicilia in Bolle 2017, il presidente nazionale Ais, Antonello Maietta. Al convegno interverranno il delegato Ais Agrigento Francesco Baldacchino, l’enologo Tonino Guzzo, il produttore Michele Scamacca del Murgo, ed il giornalista, sommelier Ais e degustatore internazionale Renato Rovetta. Modererà il convegno il Presidente Ais Sicilia Camillo Privitera.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui