Olio d’oliva e pesce protagonisti sulla baia tra Castelluzzo e Macari

0
Castelluzzo

(di Redazione) Torna l’appuntamento con Baglio, olio e mare, la rassegna, alla sesta edizione, che animerà, da domani, venerdì 4 agosto, a domenica 6 agosto, l’angolo di costa che si snoda lungo baia Santa Margherita, tra Castelluzzo e Macari. 

Saranno tre giorni dedicati ai sapori più autentici del mare e della terra e alle ricette più genuine della tradizione locale in una cornice d’eccezionale bellezza. Il pranzo sarà in riva al mare di Santa Margherita con le busiate e il pesce fritto nella maxi padella, mentre la cena in piazza a Castelluzzo che sarà animata anche con spettacoli e musica. La manifestazione è organizzata dal Comune di San Vito Lo Capo in collaborazione con l’Associazione turistica culturale Castelluzzo per promuovere lo sviluppo socio-culturale, economico e turistico dell’area.

«Baia Santa Margherita – spiega Matteo Rizzo, sindaco di San Vito Lo Capo – è un tratto di costa davvero affascinante per la bellezza del suo paesaggio e le sue acque incontaminate. Grazie a questa rassegna, diventata ormai un appuntamento fisso, intendiamo valorizzare ancor di più questo territorio e fare conoscere al pubblico anche il ricco patrimonio agroalimentare di questo comprensorio di cui l’olio è una delle specialità più pregiate». Nella tre giorni di Baglio, olio e mare il pesce fresco locale verrà fritto ogni giorno dalle 12 alle 15 in riva al mare a Baia Santa Margherita, mentre la sera la piazza di Castelluzzo ospita una maxi grigliata di pesce sotto le stelle. A pranzo si potrà assaggiare un menu composto da busiate alla trapanese, pesce fritto (sarde, acciughe, zerri, gambero, totani), bruschetta, melone e vino bianco mentre a cena, dalle 20 alle 23 ci saranno pesce spada, sarde e gambero arrostiti, bruschetta, melone e vino. Il costo di entrambi i menu è di 8 euro.

Spazio anche  all’intrattenimento con spettacoli e concerti gratuiti ogni sera in piazza a Castelluzzo. Si comincia domani (venerdì) alle 20,30 con il gruppo musicale Mediterranea Folk, ideato dal maestro Elio Pinco, composto da cinque musicisti (chitarra, tastiera, percussioni, mandolino e basso), due voci soliste, un presentatore e due danzatrici, che condividono l’amore e la passione per il sound Mediterraneo. Segue, alle 23 la musica di Jaka, cantante e musicista siciliano, che, con la sua carica live energica e coinvolgente si è esibito nei più importanti festival reggae nazionali fino ad arrivare a prestigiosi palchi di tutto il mondo: Kingston, New York, Londra, Parigi, Kiev, Barcellona. Sabato si ride: alle 21,30 il cabaret dell’attore comico e fantasista palermitano Manfredi Di Liberto e poi si prosegue con una serata danzante con Diego Riggi. Domenica si chiude alle 21,30 con il cabaret del comico palermitano Antonio Pandolfo e, alle 22,30 con il concerto dei Jumpin ‘up, la swing band siciliana, composta da 8 elementi nata con la voglia di ricreare il sound originale della musica degli anni ’40 e 50: lo swing, l’old rhythm & blues, il rock & roll ed il jumpin’ jive.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui