Pasta “ca muddica atturrata”, l’alternativa al formaggio

36
pasta-muddica-atturrata

La pasta con la muddica atturrata, ovvero mollica abbrustolita, affonda le proprie radici nell’antica tradizione culinaria della Sicilia. Questa ricetta è, infatti, una reminiscenza della cucina povera siciliana. Anche se oggi viene spesso utilizzato il pangrattato, originariamente veniva preparata con ingredienti di recupero.

Si tratta di un antichissimo piatto povero che permetteva di mangiare qualcosa di buono a poco prezzo poiché con un paio di acciughe sott’olio e del pangrattato tostato si otteneva un primo piatto gustosissimo. Il pane raffermo veniva riciclato e usato come il formaggio grattugiato. Divenendo così il cosiddetto “formaggio dei poveri” che le classi meno abbienti, non potendosi permettere il cacio più costoso, usavano per condire la pasta donandole quel piacevole gusto  “abbrustolito”.

Oggi, anche se disporre di formaggio grattugiato non rappresenta più un lusso, la muddica atturrata viene spesso utilizzata anche in ricette gourmet per aggiungere quel tocco in più che fa la differenza.

Ecco di seguito i pochi e semplici  ingredienti per prepararla con estrema facilità.

Pasta con la muddica atturrata

Ingredienti per 4 persone

  • 350 gr pasta preferibilmente formato margherita
  • 8 acciughe sott’olio (facoltative per vegetariani e vegani)
  • due cucchiai di “astratto” di pomodoro
  • pangrattato (o pane raffermo macinato grossolanamente)
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • uva passa e pinoli q.b.
  • sale e pepe q.b.

Per preparare la muddica atturrata tostate il pangrattato in una padella antiaderente con un filo d’olio d’oliva, facendolo abbrustolire a fiamma bassa mescolando spesso. Non appena avrà un bel colore ambrato toglietelo dal fuoco e ponetelo in una ciotola per servirlo a tavola. A questo punto fate bollire l’acqua per la pasta e, nel frattempo, in una padella, versate un paio di cucchiai di olio d’oliva, aggiungete i filetti di acciuga sott’olio (facoltativi), il concentrato di pomodoro, l’uva passa e i pinoli. Quindi unite due cucchiai di acqua di cottura della pasta e togliete dal fuoco. Quando la pasta sarà al dente trasferitela nella padella con il condimento e mantecatela fino a fine cottura aggiungendo acqua di cottura della pasta all’occorrenza. Una volta nei piatti condite la margherita con abbondante muddica atturrata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui