La cucina domestica e genuina a Fa’ la cosa giusta! Sicilia 2017

0
cucina-domestica

(di Redazione) “Fatto in casa”, ovvero la cucina domestica e casalinga nelle sue declinazioni peculiari locali e mondiali, è il titolo dell’incontro che si terrà alla Feltrinelli di Palermo domani 20 ottobre.

Lo stesso tema sarà al centro anche di Fa’ la cosa giusta! Sicilia 2017, la fiera regionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili che si terrà dal 10 al 12 novembre prossimi novembre alla Fiera del Mediterraneo di Palermo e dove sarà allestita un’area speciale dedicata proprio alle cucine del mondo.

L’incontro alla libreria Feltrinelli avrà inizio alle 18 e sarà curato da Lella Feo, general manager nel campo della ristorazione e componente del Comitato di Fa’ la cosa giusta! Sicilia.

«La cucina industriale soprattutto nelle grandi città – dice Feo – anche a causa di un’organizzazione delle giornate che lascia sempre meno spazio alle pratiche della cucina domestica, è diventata la base della nostra alimentazione quotidiana. A riproporre, oggi, il ricco e vario patrimonio della cucina di casa c’è però una nuova ristorazione che, in controtendenza al processo d’omologazione culturale globale, vuole valorizzare le differenti culture locali. Ogni Paese e ogni comunità ha piatti identitari che si esprimono nel “segreto” di ricette tramandate di generazione in generazione e che rappresentano oggi più che mai un patrimonio esperienziale e nutrizionale unico da scoprire per rilanciare un’idea del food che da global diventi glocal».

È proprio con questa ambizione che le cucine tradizionali e la cucina domestica entrano a pieno titolo fra le tematiche proposte alla IV edizione della fiera “Fa’ la cosa giusta! Sicilia” perché rispondono ai valori di sostenibilità, economicità, multiculturalità, rapporto col territorio, biodiversità, attenzione allo spreco e legame con le feste e le tradizioni dei popoli. Un itinerario sensoriale fra le cucine tradizionali dei popoli mediterranei, orientali e sudamericani, il cibo di strada, la cucina domestica, che utilizzeranno prodotti naturali, provenienti da produttori locali, presidi Slow Food e della filiera del commercio equo e solidale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui