Assaggiare i formaggi, un’arte che si impara con bravi maestri

0
assaggiatori-di-formaggi

(di Angela Sciortino) Venti ore di lezione tenute da esperti di formaggio presso un luogo di culto della charcuterie: la Gastronomia Armetta di via dei Quartieri, appena girato l’angolo da piazza San Lorenzo. Durata un mese, partenza 22 gennaio.

Il corso che si terrà a Palermo fa sicuramente per voi se volete saperne di più sui formaggi siciliani, come e dove si fanno, con cosa abbinarli, capire se sono stati realizzati correttamente secondo i canoni produttivi o se presentano difetti.

Il corso, a cui ci si può iscrivere entro il 31 dicembre al costo di 290 euro, è organizzato dall’Onaf, l’associazione degli assaggiatori di formaggi, omologa dell’Onav a cui aderiscono gli assaggiatori di vino e dell’Onag che si riferisce alle grappe.

Le lezioni – venti ore in tutto – si svolgeranno dalle 20,30 alle 22,30 tutti i lunedì e martedì compresi tra il 22 gennaio e il 20 febbraio. Gli argomenti trattati spazieranno dalla metodica di assaggio dei formaggi al latte analizzando aspetti chimici e merceologici e approfondendo la microbiologia del latte. Si accennerà alla tecnologia casearia e poi si passerà alla descrizione dei formaggi: quelli a pasta molle e i caprini, quelli a pasta semidura e dura e i pecorini e quelli a pasta filata. Un passaggio verrà dedicato anche alla cultura e alla normativa casearia e per finire la gastronomia con l’utilizzazione e gli abbinamenti dei formaggi.

E chissà, prima o poi queste competenze potrebbero trasformarsi in una vero e proprio lavoro. In altre parti d’Italia, infatti, gli assaggiatori di formaggi lavorano a stretto contatto di gomito con gli affinatori che si occupano della stagionatura dei formaggi di pregio. Per ora con queste competenze ci si limita a fare bella figura al ristorante, così come è avvenuto con il vino.

Per info: Mauro Ricci 3484159159, [email protected]