“Tre per tre” a Ruralia: pane e olio con i grani antichi e il fresco di frantoio

6
pane-e-olio

(di Redazione) Tre grani per il pane, tre cultivar di olivo per l’olio. Il “tre per tre” del pane e olio si consuma domenica prossima, 26 novembre, ad Alia nella fattoria didattica Ruralia dove la tradizione dell’olio nuovo e del pane appena sfornato ripropone gusti genuini, magari un po’ antichi, ma sempre attuali.

I pani fatti con i tre grani antichi, Perciasacchi, Nero delle Madonie e Maiorca, incontreranno tre delle più importanti cultivar del panorama varietale isolano: la Biancolilla, la Cerasuola e la Nocellara.

E dove c’è olio d’oliva, c’è anche Manfredi Barbera. L’imprenditore siciliano proprietario del marchio Olio Barbera, un brand che viene esportato in tutto il mondo, alle ore 15,30 presenterà “Olio Nostrum” il libro che narra come le storie millenarie dell’ulivo e del Mediterraneo si incrocino e si intreccino con l’avventura imprenditoriale del più antico brand italiano nell’olio d’oliva di qualità. Gli autori raccontano l’emozionante viaggio nel mondo dell’olio e dell’alimentare in generale intrapreso 120 anni fa da due delle più lungimiranti famiglie del Meridione d’Italia: i Barbera e i Florio. L’origine e il futuro, la tradizione e l’innovazione, le produzioni locali e il mercato globale, l’etica del lavoro e il rispetto dei consumatori in una narrazione densa che, come scrive nella prefazione Oscar Farinetti, ci fa sentire “i profumi e i sapori delle cultivar siciliane, di quei suoli così fortunati, del sole della Magna Grecia, dei venti mediterranei, dei contadini che Manfredi Barbera ha scoperto, che ama, che protegge”.

Il denso programma della giornata prevede prima la visita della fattoria con giro a cavallo seguita dalla dimostrazione dell’arte bianca dei grani antichi e dell’arte verde dell’olio extravergine di oliva: in azienda sarà presente un minifrantoio dove sarà possibile vedere dal vivo l’estrazione dell’olio.

Il pranzo è volto a valorizzare le diverse qualità di olio extravergine di oliva. Ci sarà il pane cunzato 3 x 3: grani antichi Perciasacchi, Nero delle Madonie e Maiorca con olio extravergine di Biancolilla, Cerasuola e Nocellara; a seguire zuppa di legumi e Perciasacchi con olio extravergine di Nocellara; macco di fave e finocchietto con olio extravergine di cerasuola; pasta con astrattu di siccagno, mollica atturrata e olio extravergine di Biancolilla; pasta con Pomodoro siccagno, melanzane e ricotta salata; frittate con verdure spontanee (qualeddu, salichi e aprocchi); verdure saltate in padella; carni bianche e patate al forno. Per finire, se avete ancora spazio: frutta e dolci di ricotta.

Per info: http://www.fattoriadidatticaruralia.com/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui