A San Vito lo Capo tutto pronto: dal 21 al 30 settembre torna il Cous Cous Fest

3
Cous cous fest San Vito lo Capo

(di Redazione) Torna dal 21 al 30 settembre, per la ventunesima volta a San Vito Lo Capo, il Cous Cous Fest, il Festival internazionale dell’integrazione culturale.

Saranno dieci giorni di appuntamenti tra sfide di cucina italiane e internazionali, cooking show con stelle della cucina italiana, degustazioni, talk show, concerti e spettacoli.

“Il Cous Cous Fest – ha detto il sindaco di San Vito Lo Capo, Giuseppe Peraino – è un appuntamento dalla lunga tradizione, ultra ventennale, l’evento di punta del territorio che porta il nome di San Vito Lo Capo nel mondo. Anche quest’anno la nostra cittadina ospiterà chef internazionali, grandi ospiti e artisti per una festa all’insegna del gusto, del divertimento e del confronto tra culture”.

Al via da venerdì 21 settembre gli assaggi alle Case del cous cous, i tradizionali punti di degustazione aperti tutti i giorni non stop dalle 12 alle 24 e dislocati in tutto il paese, di cui quattro sulla spiaggia di San Vito Lo Capo. Carne, pesce, verdure, ricette esotiche e tradizionali, compresa una variante senza glutine. Sono oltre 30 le ricette tra cui scegliere e quest’anno l’offerta si arricchisce con l’area Cous cous & friends che propone specialità mediterranee come la moussaka e le kolokythokeftedes greche (le polpette di zucchine e feta) e il tajine marocchino di pollo e verdure. Il ticket di degustazione (10 euro) comprende un piatto di cous cous, una bevanda (vino, acqua o Coca Cola) e un prodotto di caffetteria Lavazza. Dedicata ai più golosi l’area di Dolcemente Sicilia, che offre in degustazione frutta fresca e le più appetitose ricette della pasticceria dell’isola: cassatella, cannolo, pignolata, cassata, ma anche sfince, bignè e macedonie di frutta. All’expo village, ogni giorno dalle 12 alle 24, è possibile immergersi in un coloratissimo mercato, un vero e proprio suq, alla scoperta dell’artigianato e dei manufatti tipici dei paesi in gara e siciliani in particolare.

Sabato 22 settembre prende il via il Campionato italiano Bia CousCous, la gara che mette a confronto sei chef provenienti da tutta Italia: Antonio Bellanca (Agrigento), Alessandro Cretella (Roma), Luca Giovanni Pappalardo (Bologna), Luigi Di Turi (Milano) e Stefano Rufo Pratola (L’Aquila) che si cimenteranno nella preparazione di ricette a base di cous cous, valutati da una giuria di esperti guidata dal giornalista e scrittore Roberto Perrone e da una giuria popolare. Condurranno Cinzia Gizzi, conduttrice radio e tv ed Andy Luotto.

Saranno dieci, invece, i paesi partecipanti al Campionato mondiale di cous cous, la gara internazionale che è il momento centrale dell’evento, che prende il via giovedì 27 settembre: Angola con Adilson Damião che è stato chef personale del Vice Presidente della Repubblica dell’Angola, Costa d’Avorio con Abibata Konate, ribattezzata “Mama Africa” per il suo impegno per gli immigrati e il Burkina Faso, Israele con Moshe Basson, dal ristorante Eucaliptus di Gerusalemme, Italia con la chef sanvitese Antonietta Mazzara, Marocco con Zahira, arrivata seconda a Massterchef Marocco  e la sorella Ikram Fenouri, Palestina con Shady Hasbune che lavora in Italia, ad Arezzo al ristorante “Le rotte ghiotte”, Senegal con Ndaye Alioune Badara detto Paco che vive tra Turku e Venezia dove ha aperto Laguna Libre, un’eco osteria culturale, Spagna con Carlos Peña Pérez che ha lavorato a fianco di chef stellati ed Elio Genualdo, Stati Uniti con Marc Murphy, chef e ristoratore ma anche volto della tv americana e Tunisia con Nabil Bakouss che lavora al ristorante Joia una stella Michelin. Gli chef si affronteranno da giovedì 26 a sabato 28 settembre e saranno giudicati da una giuria di esperti e da una giuria popolare. Per la prima volta nella storia della manifestazione sarà una donna alla guida della giuria di esperti, la giornalista Fiammetta Fadda, firma di Panorama e giudice di “Cuochi e fiamme” e “Chef per un giorno” su La7. Fanno parte della giuria popolare i visitatori della manifestazione. A condurre le manche ci saranno Fabio Gallo, volto di Linea Blu e l’attrice italiana Janet De Nardis.

Numerosi i cooking demo condotti da grandi chef che presenteranno dal vivo le loro ricette. Tra i protagonisti Cuttaia, Niederkofler e Renato Ardovino della trasmissione “Le torte di Renato”, Giorgione da Gambero Rosso Channel, Sergio Barzetti, chef e foodstylist presenza fissa della Prova del cuoco, l’oste e cuoco siciliano Filippo La Mantia, ma anche Antonio Lamberto Martino, personal chef e panificatore, il simpatico Andy Luotto. Il pubblico potrà assistere alla preparazione delle ricette e poi degustarle, in abbinamento ad una selezione di etichette siciliane.

A San Vito Lo Capo sbarcano anche il tre stelle Michelin, Norbert Niederkofler, del ristorante St. Hubertus a San Cassiano in Badia (Bz), il 2 stelle Michelin Pino Cuttaia, chef e patron del ristorante La Madia a Licata (Ag) e Pietro d’Agostino, del ristorante La Capinera a Taormina (Me), una stella Michelin. Direttamente da Real Time arriva Renato Ardovino, protagonista della trasmissione “Le torte di Renato”, mentre l’appuntamento dedicato ai più piccoli è quello con la foodblogger Chiara Maci che insegnerà a cucinare il cous cous ai baby chef (sabato 29 settembre).

Completo anche il palinsesto del Cous cous live sow. Il calendario degli spettacoli, tutti  gratuiti, ad eccezione del concerto di Ermal Meta, in programma venerdì 28 settembre. Si comincia venerdì 21 settembre con il concerto del gruppo delle Vibrazioni. Sabato 22 settembre sul palco arriva la trapanese Carmen Ferreri, in arte Carmen, secondo posto lo sorso anno ad Amici di Maria De Filippi. 

Domenica 23 settembre il palco è di Beppe Grillo, istrionico protagonista dell’esilarante spettacolo Insomnia (ora dormo!), un viaggio nella vita del comico che si racconta in uno spettacolo intimo e autentico. Lunedì 24 settembre è il turno di Fanfara Station, il progetto musicale firmato dal cantautore tunisino Marzouk Majri, dal trombettista statunitense Charles Ferris e dal dj e produttore Marco Dalmasso aka Ghiaccioli e Branzini. Martedì 25 settembre arriva a San Vito Lo Capo Alsarah e the Nubatones. Alsarah è un’autrice e compositrice raffinata considerata la nuova voce del retro-pop dell’Africa Orientale. Mercoledì 26 settembre è il turno di Gemitaiz, il fenomeno del rap italiano con il suo “Paradise Lost tour” la serie di live che prende il nome da un brano del nuovo album “Davide”che sta registrando numeri da record in tutta Italia; giovedì 27 settembre fa tappa a San Vito Lo Capo il Summer Tour dei The Kolors. Dopo l’esordio al Festival di Sanremo con  ‘Frida (Mai, Mai, Mai)’  e i cinque appuntamenti nei club del “Frida Tour” a marzo, The Kolors tornano dal vivo con una serie di live in tutta Italia. Sabato 29 settembre sul palco Akua Naru, un’artista poliedrica la cui musica mette al centro la poesia in un sapiente mix di jazz, blues e hip hop. Domenica 30 settembre si ride con il duo di comici palermitani Matranga e Minafò in “Altrimenti ci aggalliamo”, con la partecipazione di Massimo Salici e del dj Luca De Paoli. Uno spettacolo unico e serrato che vede in scena alcuni dei personaggi più popolari e i gli sketch più esilaranti di “Made in Sud”, la trasmissione su Rai 2 che li ha visti protagonisti per diverse stagioni.

L’evento, organizzato dall’agenzia di comunicazione Feedback in collaborazione con il Comune di San Vito Lo Capo, promuove un confronto tra paesi dell’area euro-mediterranea e non solo, prendendo spunto dal cous cous, piatto semplice, simbolo di meticciato e contaminazione. La manifestazione è sostenuta dai main sponsor Bia CousCous, Conad, Lavazza ed Electrolux Professional

Il programma completo della rassegna si trova su www.couscousfest.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui