Drink Pink in Sicily, a Catania la grande festa dei rosati siciliani

3
rosati

(di Redazione) Torna Drink Pink in Sicily, la grande festa sui rosati siciliani. Dopo il successo dell’anno scorso, l’imprenditrice e sommelier Gea Calì ripropone l’evento dedicato al vino rosato siciliano, lunedì 24 giugno al “Sal – Spazio avanzamento lavori” di Catania.

Tante le novità della seconda edizione che appassioneranno gli amanti del bere bene e in rosa. Si inizierà alle 11.30 con il seminario: “7 Bolle Rosa – La sfida del metodo classico in Sicilia”. Manlio Giustiniani, Champagne & Wine Consultant, per comprendere meglio l’avventura spumantistica siciliana, guiderà la degustazione di sette etichette e cioè: Murgo Brut Rosè (Nerello mascalese), Nutaru Spumante Metodo Classico Rosè  Avide (Frappato), Fin Che Venga metodo classico rosé Cambria (Nocera), Rosé Cuvée Vitese 595 Colomba Bianca (Nero d’Avola), Donnafugata millesimato rosé (Pinot nero), Almerita rosé Tasca D’almerita (Pinot nero) e Rosé Brut Spumante Metodo Classico Terrazze dell’Etna (Pinot nero 90% e nerello mascalese 10%)

Alle 16,30 ci sarà la tavola rotonda sull’evoluzione del vino rosato, con la partecipazione dei delegati Slow Wine, Slow Food, Consorzio Etna Doc, Associazione Strada del vino e dei sapori dell’Etna, Associazione strada del vino Cerasuolo di Vittoria Docg e Associazione nazionale donne del vino di Sicilia.

Alle 18.30 Francesco Saverio Russo (https://www.wineblogroll.com) guiderà la “Verticale storica di 7 annate di “Osa! questo non è un vino tranquillo”, Frappato rosato Igt dell’azienda Paolo Calì, che sarà presente all’evento. Annate presenti selezionate dall’enologo Emiliano Falsini: 2008, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017 e 2018.

Alle 18 apriranno i banchi d’assaggio con le proposte delle numerose cantine che hanno aderito all’iniziativa e che faranno conoscere i propri vini rosati ai winelovers. Per accompagnare i vini sarà inoltre allestita un’area food, con proposte gastronomiche del territorio.

L’edizione di quest’anno sarà caratterizzata da un’iniziativa digitale innovativa. È stato introdotto Memorvino, una soluzione unica che crea una relazione coinvolgente e interattiva fra produttore e visitatore, che sia operatore professionale o wine lover. Grazie al “bicchiere intelligente” ed allo scambio di dati preziosi presso i tavoli degli espositori, nessuna informazione relativa a visitatori, vini e degustazioni andrà perduta. Un vero e proprio filo diretto tra esperienza fisica e digitale. Soluzioni semplici, attuali, che si aggiornano in tempo reale, coinvolgenti, estremamente utili.

Il biglietto d’ingresso ai banchi d’assaggio e all’area food costa 30 euro e si può acquistare al botteghino dietro prenotazione o online su eventbrite.it. Ogni singolo seminario costa 20 euro. Biglietto d’ingresso + 2 seminari: 60 euro; biglietto d’ingresso + 1 seminario: 40 euro

Per info e prenotazioni: 333.5866229

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui