Cuffiteddi, da Calascibetta la tradizione di un antico dolce natalizio

23
cuffiteddi

Periodo natalizio, periodo di tradizioni e dolci. I più preparati sono quelli a base di fichi secchi e frutta secca. Uno di questi, le cuffitelle (cuffiteddi) sono tipiche di Calascibetta, piccolo comune in provincia di Enna.

Tanto tempo fa, le botteghe siciliane durante il periodo natalizio venivano addobbate con frutta di stagione, frutta in guscio  e fichi secchi. Quest’ultimi venivano poi disposti a formare ruote, stelle e corone.

Tra la frutta in guscio quella che occupava il posto d’onore erano le nocciole (nuciddi), frutto dell’albero che considerato sacro perché sotto vi fu cullato Gesù Bambino: “Suttu un pedi di nucidda/ Cc’è una naca picciridda/ Cci annacaru lu Bambinu/ San Giuseppi e San Jachinu”.

Fichi e frutta in guscio sono gli ingredienti principali della gran parte dei dolci natalizi. A Palermo il buccellato e i nucatoli; a Messina i mustazzoli e la pignoccata bianca e nera; a Modica la petrafennula; a Cammarata le paste di vinu cotto; a Noto la cutugnata e i ciascuna (un buccellato con la forma a esse); a Palazzolo Acreide il buccellato chiamato sempre ciascuna; a Castelbuono i cosi-chini; a Cefalù i catobbisi; a Salaparuta i dolci di fichi secchi.

A Calascibetta i dolci del periodo natalizio sono le cuffitelle, in siciliano cuffiteddi. La preparazione seguiva un rito preciso, lungo e impegnativo.

Anticamente le nonne riunivano le nipoti per preparare i dolci. Tutto iniziava un paio di giorni prima quando veniva preparato il ripieno di fichi secchi e mandorle, che veniva lasciato riposare. Poi si passava all’impasto. Per creare i cuffiteddi si utilizzava il piduzzu, un ferro con base arrotondata. La cottura poi avveniva in un forno a legna.

Oggi l’uso del piduzzu è rimasto vivo nelle case in cui si segue ancora il rito, oppure nelle pasticcerie specializzate; mentre i forni a legna sono stati sostituiti da quelli moderni a gas o elettrici. Ma nonostante ciò, la lunga tradizione di questa preparazione ha, comunque, permesso ai cuffiteddi di essere inseriti nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali (Pat).

Cuffiteddi

Ingredienti

Per la pasta frolla

  • 500 gr di farina 00
  • 125 gr di strutto
  • 100 gr di zucchero

Per il ripieno

  • 300 gr di fichi secchi
  • 50 gr di zucchero
  • 50 gr di mandorle abbrustolite
  • cannella in polvere
  • chiodi di garofano

Tritate finemente i fichi secchi, le mandorle e i chiodi garofano e mescolate insieme allo zucchero. Aggiungete la cannella a vostro gusto. Lasciate riposare l’impasto per due giorni. Impastate la farina insieme allo zucchero e allo strutto fino a quando non avrete ottenuto un impasto compatto ed omogeneo. Stendete l’impasto con il mattarello e ritagliate dei dischi. Mettete un cucchiaio di impasto e ripiegate il disco in modo da formare una mezzaluna. Infornate a 180°C per 20 minuti circa. Infine spolverate con zucchero a velo.