Comfort food in tempi di Coronavirus: le reginelle, classici biscotti col sesamo

273
biscotti reginette

Non c’è palermitano che non li ami e turista che non ne sia rimasto innamorato. Parliamo delle reginelle, biscotti dal caratteristico aroma affumicato e dall’aroma di zafferano addolcito dai semi di sesamo di cui è cosparsa la superficie.

Non c’è panificio che ne sia sprovvisto. Le reginelle, biscotti classici siciliani friabili che a Palermo vengono chiamati anche “biscotti regina” o, in dialetto, “viscotta ‘nciminati”, biscotti col “cimino”, cioè con semi di sesamo, costituiscono una costante nella produzione della biscotteria artigianale. Anche in tempi di Coronavirus.

Nel capoluogo siciliano questi biscotti fragranti e friabili possono essere acquistati sia nei panifici che nelle pasticcerie. I panificatori usano lo strutto, i pasticcieri al suo posto preferiscono utilizzare il burro. La cosa fa ovviamanete la differenza: più croccanti quelli del panificio, più gustosi e friabili quelli di pasticceria.

In entrambi i casi la consistenza delle reginelle consente di conservarle a lungo in dispensa. Così se ne può fare una scorta a cui attingere di tanto in tanto per consolarci in tempi bui come quelli che stiamo passando chiusi in casa in quarantena da Covid-19. Accompagnateli con un buon bicchiere di Malvasia o di Marsala. Il gusto sarà indimenticabile.

Per quanto siamo propensi a rispettare la tradizione, questa volta, pensando anche ai vegetariani e ai vegani, vi proponiamo la ricetta delle reginelle in cui lo strutto -ovvero il burro usato in pasticceria – è stato sostituito con l’olio d’oliva (manco a dirlo extravergine).

Reginelle

Ingredienti

500 gr di farina di grano duro 00
150 gr di zucchero di canna
150 di olio d’oliva
una presa di sale
150 gr semi di sesamo
una bustina di lievito per dolci
una bustina di zafferano
latte vegetale q.b.

Impastate in una ciotola farina, zucchero e lievito, quindi aggiungete l’olio, lo zafferano sciolto in pochissimo latte tiepido e il sale. Amalgamate bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere una consistenza piuttosto dura. Quando l’impasto sarà pronto, lasciatelo riposare per circa un’ora. Ricavate dei bastoncini della lunghezza di circa cinque centimetri e passateli nel sesamo facendo aderire bene i semi su tutta la superficie e adagiateli su una teglia foderata di carta da forno. Fate cuocere in forno preriscaldato a 220°C per circa dieci minuti. A questo punto proseguite la cottura per altri 10–15 minuti dopo avere abbassato la temperatura a 180°C. Questi biscotti si apprezzano ancora di più se gustati il giorno dopo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui