Piatti d’estate: antipasto e contorno con la peperonata siciliana

35
peperonata

Nelle sere d’estate, quando la temperatura si mantiene alta anche dopo il tramonto, nelle cene in famiglia o con gli amici non può mancare una delle pietanze iconiche della Sicilia. Parliamo della peperonata, un piatto facile da realizzare e capace di stuzzicare la fame anche nei casi più gravi di inappetenza.

La peperonata, al pari della caponata, viene realizzata in diverse varianti ma, lo dice anche il nome, il peperone è l’ingrediente che non può mancare.

La pietanza consiste in peperoni cotti in salsa agrodolce accompagnati da uva passa e pinoli. Qualcuno, per esempio, aggiunge le patate, altri aggiungono le olive.

Il piatto può essere servito sia come contorno che come antipasto, accompagnato magari da tocchetti di formaggio e salumi vari. È di sicuro successo: difficile trovare qualcuno incapace di apprezzarlo.

peperonata

Peperonata siciliana

Ingredienti

  • 1 kg di peperoni verdi, gialli e rossi
  • 1 cipolla grande bianca
  • 2 spicchi d’aglio
  • 50 gr di uva passa
  • 50 gr di pinoli
  • 80 gr di pangrattato (facoltativo)
  • mezzo bicchiere d’aceto di vino bianco
  • 1 cucchiaio raso di zucchero semolato bianco (o di canna)
  • olio d’oliva extravergine
  • sale q.b.

Lavate i peperoni ed eliminate tutti i semi insieme al picciolo. Tagliateli a striscioline per lungo. Affettate anche la cipolla e lasciate i due ingredienti da parte. Mettete un filo d’olio d’oliva in padella e lasciate rosolare 2 spicchi d’aglio in camicia. 

Dopo uno o due minuti, unite l’uvetta e i pinoli e lasciateli tostare ancora per un paio di minuti. Aggiungete i peperoni con la cipolla e fateli rosolare con il coperchio. Aggiustate di sale ed eliminate l’aglio. Mescolate il tutto per evitare che si bruci. Nel frattempo fate sciogliere lo zucchero in mezzo bicchiere d’aceto.

Quando i peperoni e la cipolla si sono appassiti, unitevi la soluzione di aceto e zucchero e lasciate cuocere a fuoco lento per 5-10 minuti per far insaporire il tutto. A fine cottura, se volete, potete spolverate con il pangrattato. Ricordatevi che va servita rigorosamente fredda.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui