A Messina apre Letrevì, la nuova scommessa che porta la firma di Paolo Romeo

35
Letrevì

Le scommesse se non si giocano non si vincono. E a Messina, nel cuore del centro storico, in una delle arterie principali della città, nel campo della ristorazione, nonostante le difficoltà legate alla pandemia, è stata giocata una nuova scommessa destinata a grandi successi. Affacciato su tre vie, Garibaldi, I settembre e Cratemene, circostanza da cui deriva il suo nome, nasce “Letrevì“, il nuovo ristorante dal gusto contemporaneo, che porta la firma dello chef Paolo Romeo (nella foto uido.it con Antonella Ruggeri) 

In un ambiente dal design ricercato, dove ogni dettaglio è curato alla perfezione, lo chef messinese – che si è fatto conoscere dal grande pubblico per aver trionfato al Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo nel 2017 – esprimerà la sua idea di cucina in cui eleganza, colore e gusto dialogano tra loro. Romeo, che fa parte della prestigiosa associazione Charming Italian Chef, che riunisce un centinaio di grandi professionisti del settore e oltre cinquanta stelle Michelin, propone una cucina creativa che ha le sue radici nel territorio e si fonda sulla ricerca delle migliori materie prime. 

«Abbiamo scelto Paolo Romeo – spiega l’imprenditrice Antonella Ruggeriperché è un messinese che crede nel suo territorio e si è voluto mettere in gioco nella sua città anziché portare le sue potenzialità fuori, dove già aveva vinto. Paolo a Messina ha le sue radici ed è qui che deve rimanere. Per questa ragione Letrevì gli darà la possibilità di esprimersi al meglio, dando lustro alla città». 

Felice di ripartire dalla sua città, Paolo Romeo che, dopo essersi fatto apprezzare fuori dalla Sicilia – Carpi e Genova le sue tappe principali – spiega il perchè della sua scelta: «Messina resta la mia città e la amo profondamente. È qui che voglio stare, insieme alla mia famiglia, e ho colto con entusiasmo la proposta di entrare a far parte della società. Abbiamo lavorato molto su questa idea che finalmente, nonostante la pandemia, è diventata realtà. Letrevì da oggi è la mia seconda casa». 

Antonella Ruggeri, che gestisce con successo altri rinomati locali in città, è certa di aver puntato sulla persona giusta e si dichiarata entusiasta di iniziare questa nuova avventura gastronomica che non si limita solo alla ristorazione di qualità ma che punta anche al buon bere. A fianco del ristorante c’è, infatti, l’elegante cocktail bar Le3V dove si potranno gustare i drink del bartender Marco Romano. «Vogliamo proporci al mercato con un’offerta interessante – spiega il direttore responsabile del cocktail bar Gabriele Arcovito. «Oltre a un’ampia selezione di vini prosegue Arcovito – abbiamo puntato su grandissima varietà di etichette di distillati e su una proposta gastronomica in cui oltre ai taglieri di salumi e formaggi siciliani, si potranno gustare le sfiziose specialità dello chef Romeo, dalle tapas di pesce crudo e cotto alla nuova pizza al padellino 3V.0 con ingredienti siciliani, alla focaccia genovese ripiena di mortadella siciliana e limone Interdonato Igp di Sicilia»

Letrevì
il cocktail bar Letrevì di via Garibaldi (foto uido.it)

Ristorante e cocktail bar dialogheranno, grazie alla cucina di Romeo, ma hanno due ingressi separati. Il primo affaccia su via I settembre, al secondo si accede da via Garibaldi. Il logo a tre punte del locale richiama la Sicilia. «Nel nostro ristorante – spiega ancora Antonella Ruggeri – vogliamo esaltare la Sicilia a tutto tondo, non solo in cucina. Negli arredi infatti si ritrovano forti richiami simbolici alla nostra terra, con ceramiche e teste di moro siciliane». 

Con la Sicilia in zona gialla, ristorante e cocktail bar resteranno aperti tutti i giorni, per pranzi e aperitivi fino alle ore 18.00, ad esclusione del lunedì. Ma il prossimo lunedì 8 marzo, in occasione della giornata dedicata alle donne, il locale resterà aperto per celebrarla.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui