Trasversale Iblea dei sapori Pat, itinerario per turisti golosi e curiosi

21
Trasversale Iblea

Dopo i mesi di stop forzato dovuti alla nota situazione sanitaria relativa al Covid-19, riprendono con nuovo vigore le iniziative di Taula Matri, il progetto rivolto alla valorizzazione del patrimonio storico-enogastronomico del Sud-Est della Sicilia. 

Da un’idea dei fratelli Pippo e Sebastiano Formica dell’Osteria ‘U Locale di Buccheri, di Luigi Lombardo profondo conoscitore delle vicende storico enogastronomiche siciliane, e di Francesca Ercolini, direttrice di valdinoto.it, il portale turistico del sudest della Sicilia, nasce “La Trasversale Iblea dei sapori Pat”, il primo itinerario turistico-enogastronomico appositamente dedicato ai prodotti agroalimentari tradizionali (Pat) del Sud-Est della Sicilia. 

Quello presentato ufficialmente lo scorso 12 luglio nella cornice naturale del bosco di Buccheri durante un evento patrocinato dall’amministrazione comunale, è il primo di una serie di itinerari enogastronomici che Taula Matri dedicherà alla promozione dei Pat siciliani. Spiega Francesca Ercolini: «Stiamo lavorando a percorsi che si snoderanno lungo le storiche trasversali del Sud-Est siciliano, per confluire in futuro in un festival diffuso che coinvolgerà le numerose mete turistico-enogastronomiche del Val di Noto».

La Trasversale Iblea presentata a Buccheri è un percorso a tappe che si snoda da Noto a Caltagirone, passando per Palazzolo Acreide, Buccheri, Grammichele, tra distese di ulivi, carrubi, mandorli, antichissimi borghi, campi circondati da muretti a secco. «Il tipico paesaggio ibleo accompagnerà il turista alla scoperta di sapori antichi e autentici attraverso soste con degustazioni dedicate ai prodotti e ricette con i prodotti tradizionali che da tempo sono presenti sulle nostre tavole e che sono parte integrante della cultura enogastronomica locale», spiegano gli ideatori del percorso enogastronomico. L’itinerario sarà fruibile anche come tour guidato con trasporto incluso, grazie alla collaborazione con il tour operator HandySicily.

Molti gli operatori enogastronomici che hanno aderito alla trasversale e che in occasione della presentazione dell’itinerario hanno proposto le loro degustazioni di prodotti tipici e in alcuni casi veri e propri menu dedicati. Alla manifestazione di Buccheri non c’erano solo ristoratori, ma anche aziende agricole e zootecniche, produttori, aziende di trasformazione e commercializzazione del settore Food&Beverage. L’ampia partecipazione dimostra che il turismo enogastronomico è un settore sempre più curato dalle realtà locali del Val di Noto. Grazie a questa attenzione, il settore è in ascesa con percentuali di crescita a doppia cifra.

Grazie alla collaborazione con la Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori), il percorso è stato studiato per essere non solo autentico, ma anche buono, sano e salutare. Tanti dei prodotti Pat sono, infatti, universalmente riconosciuti come alimenti con proprietà nutraceutiche e utili nella prevenzione delle malattie tumorali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui