Home News Al Barocco & Neobarocco di Ragusa la cucina dello chef Claudio Ruta

Al Barocco & Neobarocco di Ragusa la cucina dello chef Claudio Ruta

barocco e neobarocco

L’opulenza ed i contrasti delle ricette barocche rivivono nei piatti dello chef Claudio Ruta ideati per la cena di gala in programma il prossimo 24 settembre al ristorante Il Baglio, a Ragusa, in occasione dell’apertura di Barocco & Neobarocco, l’edizione zero del design festival ideato da Roberto Semprini, che ne è anche il direttore artistico, e curato da Valentina Fisichella. L’evento ha l’obiettivo di far dialogare cultura del progetto e cultura di impresa, nel contesto delle scenografie barocche di Ragusa, fulcro della rinascita settecentesca del Val di Noto. 

Il festival si terrà dal 24 al 26 settembre prossimi e sarà occasione di un confronto sulle espressioni del design “neobarocco”, inteso come interpretazione contemporanea di quell’estetica barocca che ha segnato felicemente la storia del territorio ibleo e che è ancora una costante formale comune ad alcune tendenze culturali del nostro tempo. Conferenze, installazioni di designer, artisti, stilisti, aziende animeranno la tre giorni in un percorso culturale che si muoverà da Palazzo Cosentini a Palazzo La Rocca, dal Teatro Donnafugata ai Giardini Iblei, mentre le mostre resteranno aperte al pubblico tutti i fine settimana sino al 17 ottobre. Immancabili le cene barocche ed in particolare quella di gala che sarà ospitata nelle eleganti sale de Il Baglio, in Contrada Selvaggio a Ragusa.

Lo chef Claudio Ruta proporrà per l’occasione un menu degustazione di cinque portate ispirato alla complessità di sapori della cucina barocca iblea percorsa da tratti di modernità. Dalla classica caponata siciliana dove i cladodi sostituiscono le melanzane al Timballo di spaghettini con il ragù dei Monsù, per non parlare dell’immancabile Gallina Ragusana rivisitata dalla creatività dello chef Ruta per una cena-evento da non perdere. 

In abbinamento i vini dell’azienda Feudo Ramaddini e Poggio di Bortolone. Pre-dessert e dessert a cura del maestro pasticcere Emanuele Massari di Dolcé (Ragusa).

Questo il menu della serata:

Aperitivo di Benvenuto

Scarpetta con sale, origano, strattu, olio Dop Monti Iblei e formaggio Ragusano

Pane e cipolla… briciole di pane con crema di formaggio e composta di cipolla di Giarratana al Marsala

Fave cottoia di Modica alla trappitara con pomodoro siccagno

Vino in abbinamento: Spumante Moscato Brut “Perla Marina” Igt | Feudo Ramaddini

Antipasto

Coniglio “cunzato” alla menta e affumicato con caponata della baronessa e cladodi di fico d’india

Vino in abbinamento: Frappato Vittoria DOC | Poggio di Bortolone

Primo Piatto

Timballo di spaghettini con ragù del Monsù con carne di razza modicana

Vino in abbinamento: “Addamanera” Igt | Poggio di Bortolone

Secondo Piatto

Jaddina al forno cò cinu e le sue verdure

Vino in abbinamento: “Para Para” Cerasuolo di Vittoria Classico Docg | Poggio di Bortolone

Pre-dessert

Gelo di mandorle Iblee con crumble al carrubo

Dessert

Mini Cassata Siciliana con frutta candita e gelato al Moscato Passito

Vino in abbinamento: “Al Hamen” Doc Moscato Passito di Noto | Feudo di Ramaddini

Gli abbinamenti sono curati dal sommelier Fabio Gulino, delegato Ais di Ragusa

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version