Sfincione Fest, il prodotto tipico di verso il riconoscimento della Sgt

33
Sfincione di Bagheria Sgt

Al via la 5a edizione dello “Sfincione Fest“, tra ville storiche e cultura gastronomica. La manifestazione dedicata alla promozione dello sfincione bianco di Bagheria, organizzata dall’associazione “La Piana d’Oro” e da Slow Food Bagheria con il patrocinio dell’Assessorato Regionale al Turismo e del Comune di Bagheria, si terrà il 18 e il 19 dicembre e intende proseguire il percorso volto a tutelare, promuovere, valorizzare e tramandare il valore storico, culturale, sociale ed economico dello sfincione bagherese come prodotto tipico del territorio.

Protagonista sarà la comunità dei panificatori dello Sfincione Bianco di Bagheria, composta da Carlo Conti del Panificio Conti, Massimo Scaduto dell’Antica Forneria Scaduto, Maurizio Valenti dell’Antico Forno Valenti, Giampiero Pecoraro dell’Antico Panificio Don Pietro, Vita Gagliano e Giuseppe Spanò del Panificio La Spiga, e Michele Mancino del Panificio Mancino e Giuseppe Urso e Francesco Carollo dell’Antica Focacceria dal 1856.

Per il l prodotto che la comunità bagherese ha eletto a pietanza di rappresentanza e testimone della tradizione, della storia e della cultura gastronomica della Città, l’edizione 2021 dello Sfincione Fest si connoterà per la definizione del percorso di riconoscimento della Specialità Tradizionale Garantita (Sgt) che già caratterizza la pizza napoletana. 

L’Sgt è un riconoscimento di valenza europea volto a tutelare produzioni caratterizzate da composizioni o metodi di produzione tradizionali ed è un marchio che tutela il carattere di specificità di un prodotto agroalimentare. Il prodotto per cui si richiede la certificazione Sgt deve essere ottenuto seguendo un metodo di preparazione tipico e tradizionale di una particolare zona geografica e deve rispettare un disciplinare di produzione. Infine, l’Sgt è ben diverso da Dop e Igp: anche se la certificazione è volta a tutelare la specificità di una preparazione agroalimentare, non c’è l’obbligo della provenienza e dell’origine geografica. «Lo sfincione di Bagheria da quando l’Associazione La Piana d’Oro ha iniziato con continuità e costanza l’attività di promozione – afferma il presidente Michele Balistreri – si è rivelato un efficace strumento di marketing turistico e territoriale, grazie anche ad una chiara connotazione e legame identitario con la comunità e il territorio, costituendo al contempo una formidabile opportunità di sviluppo economico e conseguentemente occupazionale, generando anche piccole micro-filiere produttive». 

Lo “Sfincione Fest” che promuove “Lo Sfincione bianco di Bagheria” ha, infatti, contribuito alla creare consapevolezza, coscienza e unità d’intenti tra i panificatori bagheresi.

Nella giornata di domani, sabato 18 dicembre a partire dalle 10, dopo una presentazione di apertura a Palazzo Butera, partirà un tour gastronomico dei panifici storici che vedrà giornalisti della stampa specializzata regionale visitare direttamente i forni, dove i maestri panificatori mostreranno i metodi di preparazione del tipico sfincione bianco di Bagheria, accompagnati dai rappresentanti dell’associazione La Piana d’Oro e della Condotta Slow Food di Bagheria.

Invece, domenica 19 dicembre dalle ore 17.00 si svolgerà presso il  Teatro di Villa Butera il seminario “Lo Sfincione di Bagheria, un progetto di Comunità verso il riconoscimento Stg (Specialità Tipica Garantita)”. Saranno presenti per i saluti istituzionali: Manlio Messina, Assessore Regionale al Turismo, Filippo Tripoli, Sindaco di Bagheria, Francesco Gurrado, Vice-presidente del Consiglio Comunale, Daniele Vella, Assessore alla Cultura e Brigida Alaimo, Assessore al Turismo. Interverranno: Dario Cartabellotta, Direttore Generale dell’Assessorato Regionale dell’Agricoltura, Salvatore Tosi, Direttore del GAL Metropoli Est, Michele Balistreri, Presidente dell’Associazione “La Piana d’Oro”, Adalberto Catanzaro, Fiduciario della Condotta Slow Food di Bagheria, Mario Liberto, scrittore e storico enogastronomico, Mario Indovina, Componente della Comunità Slow Food dei panificatori dello Sfincione Bianco di Bagheria e Presidente Onorario di Slow Food Palermo. Modererà Caterina Lo Casto, corrispondente per Identità Golose, Bike di Forbes Italia e Wine in Sicily.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui