Gambero Rosso, porchetta de il Vecchio Carro miglior salume di suino nero

8
porchetta Oriti al top

La porchetta di suino nero dei Nebrodi prodotta dall’allevatore sanfratellano Giuseppe Oriti è il migliore salume di suino nero d’Italia. Tre i riconoscimenti prestigiosi ottenuti da Oriti e svelati lo scorso 18 dicembre al centro congressi La Nuvola di Roma dove sono state presentate le tre guide firmate Gambero Rosso e Top Italian Food & Wine: la porchetta cotta nel forno a legna secondo l’antica ricetta di famiglia ha conquistato il premio speciale Gambero Rosso “Miglior salume di suini neri”, il massimo riconoscimento “le 3 fette” nella guida Salumi del Gambero Rosso 2023 e la riconferma tra i migliori salumi della GuidaTop Italian Food 2023. Riconoscimenti che l’azienda Il Vecchio Carro di Caronia somma a quelli ottenuti nei quasi 25 anni di attività, confermando la presenza nell’olimpo delle eccellenze agroalimentari d’Italia.

Porchetta-Oriti

L’azienda agrituristica “Il Vecchio Carro” di Giuseppe Oriti e della moglie Eliana Carroccetto sita a Caronia, in provincia di Messina, da oltre 20 anni è specializzata nell’allevamento allo stato semibrado di maiali neri, razza autoctona del territorio nebroideo, e nella produzione di una porchetta eccellente, pluripremiata in tantissime manifestazioni enogastronomiche. 

Un riconoscimento importantissimo, quello del Gambero Rosso, che premia le eccellenze che vanno oltre la perfezione e che sono capaci di emozionare, in una Guida di 240 pagine che raccoglie 168 aziende e 402 salumi, disegnando la mappa delle migliori espressioni della salumeria italiana. 

Soddisfatto e emozionato Giuseppe Oriti ha commentato: «Oggi per noi è il giorno più bello dopo 25 anni di sacrifici. Sono felicissimo. La nostra porchetta continua a regalarci soddisfazioni perchè viene premiata a pieni voti e si conferma uno dei migliori salumi d’Italia e sono orgoglioso di portare in alto il nome della Sicilia e dei Nebrodi».

Allevamento di suini neri e porchetta

L’azienda agrituristica Il vecchio Carro da più di 20 anni è specializzata nell’allevamento allo stato semibrado del maiale nero dei Nebrodi, specie autoctona antichissima che si caratterizza per la piccola taglia e il mantello scuro. Allevatori da tre generazioni, selezionano solo gli esemplari che mantengono inalterate le caratteristiche pure della specie, salvaguardando i ceppi genetici originari. I maialini vivono felici all’aria aperta, in mezzo al verde. L’alimentazione è costituita da ghiande e radici che i suini neri trovano in natura e da cereali, provenienti dal mercato locale, accuratamente selezionati per garantire al meglio lo sviluppo dell’animale. L’azienda, infatti, ha scelto un preciso protocollo di alimentazione a crescita lenta che prevede periodi allo stato brado durante i quali i suini si cibano anche di ghiande e radici trovate nel territorio nebroideo. Le pregiati carni di suino nero, molto tenere e saporite, vengono successivamente lavorate per la produzione di porchetta di altissima qualità. Il gusto della carne viene esaltato dai maestri salumieri attraverso un procedimento di massaggiatura con il sale marino siciliano e con vari aromi naturali, che precede la cottura nel forno a legna dell’azienda agricola, secondo l’antica ricetta di famiglia. Non vengono utilizzati né additivi, né conservanti. 

L’agriturismo “Il vecchio carro”

Oltre all’allevamento dei pregiati maiali neri dei Nebrodi, Giuseppe Oriti, insieme alla moglie cuoca Eliana Carroccetto, si occupa personalmente della gestione del ristorante e dell’agriturismo “Il Vecchio Carro”, dove vengono serviti piatti della tradizione siciliana.

Eliana, laureata in psicologia, ha seguito la strada intrapresa dal marito e si è specializzata nella cucina tradizionale nebroidea. I piatti più richiesti sono i maccheroni fatti in casa con sugo di suino nero dei Nebrodi, la porchetta di suino nero al forno con patate e le grigliate di carne. Molto varia la selezione di antipasti che cambiano seguendo la stagionalità degli ingredienti.